G_

la  tua  mente  e’  altrove  

pensi  spenga  ogni  contatto  cibernetico

 per  dar  alito   ai  silenzi  e  invece…

continuero’  a  crederci,  

un  lavoro  minuzioso  di  assemblamento  

prima  o  poi  trovero’  una  linea  di  dialogo.

qui  sempre  lo  stesso  copione…

arrivano  quelle  dita   a  setacciare  il  territorio  

inaridisco

cerco  di  lasciarmi  andare  

di  unumidire  la  zona

 ma  la  fantASIA  NON  RIESCE  A  PREvaricare  

quel  freddo  percorso  intrapreso  cosi  distrattamente  

mi  sento  goffamente  una  bambola  

un  giochino  di  pochi  giorni

 desiderato  ma  selvaggiamente  montato  

e  adoperato  per  puro  piacere  istantaneo.

che  dirti  “G”  

in  te  forse  ho  riposto  il  mio  animo  stanco  

di  ricreare  quella  magia  

con  te  ho  risentito  il  mio  corpo,

ho  capito  che  puo’  ancora  riscaldarsi  

destare  piacere  anche  in  me

 in  una  battaglia  passionale  a  quattro  mani

 e  non  solo  attraverso  le  mie…due!  

vorrei…perdermi  ancora  in  quell’ abbracccio

Annunci

bac_io

belle  le  tue  labbra…

una  linguetta  furbetta  

che  ingenuamente  nella  sua  malizia  

se  ne  esce  a  incorniciare  

quel   visetto  

una  lingua  che  vorticosamente  delizia  

ma  che  ora  stranamente  

pensa  di   aver   fatto   suo  il  mio  ritmo  

e  non…

 quel  non  bastarsi  mai

 il  voler  far  parte  della  tappezzeria

 per  sentire   anche   solo  l’ odore  

del  tuo  passaggio_

La MuSiCa del BuOnUmOrE tag

Che invito graditissimo grazie Viola  (qui potete trovare il link del suo blog https://violetadyliopinionistapercaso.wordpress.com) e che idea fantastica quella di Gloria di creare un tag dal nome molto ritmato “La musica del buon umore” (qui il link del suo blog https://ghbmemories.wordpress.com) passate a dargli un occhiata.

La musica è arte, e noi a seconda di come ci accostiamo ad essa ne percepiamo le svariate sfaccettature. Spesso ad una canzone ci lega un sentimento o uno stato d’animo, basterebbe raccogliere frammenti di milioni e milioni di canzoni per ricostruire una vita intera, ma c’è anche chi si riconosce in una sola perchè sente sua quella canzone. Il sentire non è l’ascoltare, ma assaporare l’essenza che quella melodia suscita in noi. La musica in sostanza è sia arte che vita, in ogni cosa c’è musica, un po’ come i colori. A seconda degli “umori” ascolto musica dura e potente che mi scarica, o quella dolce, che parla di amori e felicità, Ma c’è la musica triste, quella scatenata, quella soft e l’heavy metal, ma ogni canzone nel suo ritmo incalzante ha una sua storia da raccontare. Un mondo di emozioni da scoprire di volta in volta
I cinque brani che scelgo:

1- Annalisa_  L’ Ultimo addio  ( https://youtu.be/kgTx8GBKk-0 )

mille ricordi che si susseguono,lo sguardo che scruta l’orizzonte tra la schiuma del mare e il cemento del molo. questo video é stato girato in un paesino ligure che fa parte della mia infanzia,dai primi amori giovanili alle storie intricate percorse tra le viuzze. E ora in etá adulta percorso in tutte le sue “venature” con la mia famiglia.

2- Alexia e Mario Lavezzi_  Biancaneve  ( https://youtu.be/WN66Qjq9uXI )

l’apertura di una finestrella nel mio cammino,una metamosfosi che mi ha vista scissa in due personalitá ambivalenti e conflittuali alla ricerca di…veritá sussurrate tra le righe

3- Eugenio Finardi _ Un Uomo  ( https://youtu.be/XQmXY9fxuJA )

in attesa di…

4- Die Ärzte_  Männer sind Schweine  ( https://youtu.be/WIE8zSJ7ECs )

un ritornello divertente per…farmi entrare nella testolina qualche parola di tedesco

5-  Gotye_  Somebody that I used to know  ( https://youtu.be/8UVNT4wvIGY )

video stupendo,un prendere vita nell’altro e poi accorgersi che….non si puó vivere leggendo tra le righe ogni emozione

6-  Blue Velvet_ Nuda

quel vedo_non vedo della  mia  essenza

7- Modena City Ramblers_ Ninna Nanna ( https://youtu.be/2gJ7Grdeong )

melodia che accompagna i miei viaggi in treno

8- Perturbazione_ L’unica ( https://youtu.be/BO-62OJATiU )

quel pensare di…essere la sua musa e accorgersi invece che si ciba di differenti “aromi”

Le regole per partecipare a questo tag sono :
Scegli almeno 5 tracce musicali (o più) che rispecchino alcune emozioni o stati d’animo al positivo e se vuoi spiega anche brevemente perché hai scelto alcune tracce piuttosto che altre.
Tagga almeno 5 blogger (o anche di più ) e avvisali di averli taggati.
Cita il blog che ha creato il tag all’interno del tuo articolo con link diretto o esteso: https://ghbmemories.wordpress.com, scrivendo che l’idea è partita da qui.

Ringraziare il blog che ti ha taggato con un articolo nel vostro blog

E ora passiamo a taggare i 5 blog

http://blumoon76.wordpress.com

https://poesiacultura.wordpress.com

https://agoresblog.wordpress.com

https://susabiblog.wordpress.com

https://rosavelata.wordpress.com

https://lalunanerablog.wordpress.com

https://silvia23459.wordpress.com

https://occhialfuturo.wordpress.com

un saluto a ritmo di musica

fi_li

 

vedi  tutto  ristretto  

fissato  a  quelle  idee  che  ti  cuci  addosso  

per  far  si  che  nulla  urti

 contro  quella  tua  cerulea  maschera.  

come  se  una  piperita

 potesse  arrivare   a  farti  affannare  il  passo  

in  questo  tuo  mondo  fatto  di  fitte  trame  musicali  

per  ammaliare  le  tue  leggere  farfalle  

non  saró’  mai  nulla  

ma  credimi  hai  perso  qualcosa  di  te  

scontrandoti  con  questa  monella…

sen_sual

i  nostri  corpi  si  cercano…

lungo  quei  freddi  binari  

si  intravedono  le  nostre  ombre

 vogliono  arrivare  ad  essere  una  cosa  sola…

sei  li  davanti   a  me  tutto  eccitato…

non  resisto…

voglio  farti  mio

ci  immergiamo  per  un  attimo  in  questo  blu  notte  

le  mie  gambe  aggrappate  ai  tuoi  fianchi  

un  lampo  illumina  i  nostri  giochi  

non  ancora…

le  tue  dita  percorrono  le  fluide  linee  dei  fianchi

vibro  al  tocco  delicato  

 lungo  il  fondo  schiena  

e  sublime  poesia…

finalmente  sono  tua!

 

cu_scino

 

compagno  fedele  

mi  segue  sempre…

infantile  lo  ammetto  come  immagine  

mi  riporta  alla  mente  l’ oggetto  transizionale  

che  ti  portavi  appresso  i  primi  giorni  di  asilo  

un  simbolo  di  appartenenza  ad  un  mondo  

che  si  tende  a  ricreare…

fedele  compagno  di  liti

dolcezze e  prime  esperienze  

chissa’  quanti  segreti  racchiusi  

tra  le  tue  soffici  fitte  trame

quanti  scatti  improvvisi

 affiorano  alla  tua  mente  inesistente.

 tu,  

che  conosci  i  miei  movimenti  piu’  intimi  

che  guidi  le  mie  mani  alla  scoperta  

di  mondi  fantastici  

scrigni  preziosi  dove  disseto  la  mia  sete  infinita

che  dirti…

ti  porterei  con  me  anche  in  questo  viaggio  

ma  e’  ora  che  affronti  da  sola  i  miei  specchi!