fo_gli ingialliti

 

riemergono dai cassetti

foglietti ingialliti

un tuffo in avventure passata

in quei sentimenti scarabocchiati bianco su nero

il viso in alcuni tratti

si arrossa

rievocando i primi tepori

assaporo l’essenza delle parole

mi affascina il timbro

momenti spensierati

quando tutto

sembrava magico

il cuore batteva forte

sono contenta di aver conservato

questi piccoli segreti

 

Annunci

io…chi sono?

 

non avrei mai pensato di potermi scindere in due personalita’

di gestire il “gioco”

ma e’ stata una avventura da fiato corto

minuti contati

adrenalina a mille

sdoppiare il proprio io

tirando fuori tutti quei grovigli

che fanno di me una femmina

giocare con la propria immagine

inter_scambiarsi i ruoli

senza mascherarsi

anzi con quel filo di ironia

e “gusto” di sorprendere l’altro

s_top

 

vorrei un giorno fermarmi

ma ti confido che odio starmene ferma

vorrei che quell’istante

quella fermata

sia unica

intensa

come un punto esclamativo ¡

 

non vedo altro che me stessa

quegli interminabili monologhi

e’ davvero orribile

mi ritrovo imprigionata

nella continua ricerca di relazionarmi  

di omologarmi alla massa

direi a livelli di voltastomaco

ma perche’??

non riesco ad assomigliare

anche seppur vagamente agli altri

sono sempre un passo contro_corrente

in una perpetua ricerca  della matassa  

(urgono pezzi di ricambio omologati

che siano di moda) naaaaaa!!!

alice

e faccio i conti con me stessa

per_fetta

 

la perfezione…

direi che non esiste

i limiti che prima apparivano cosi indefiniti

tanto da sfasare il tracciato

adesso risultano netti

ben definiti

chi l’avrebbe mai detto

ho sempre creduto di avere una mentalita’ aperta

e tollerante

…ma sono rigida

inflessibile

esigente nei miei confronti

talvolta penso che io e te

cerchiamo un tipo di rapporto divergente

poi mi convinco

che la direzione viaggia in parallelo

ma basta una piccola distrazione

per farci vacillare

probabilmente sono solo paranoie mie e solo mie

ma se cosi fosse…

perché’ continua  a martellarmi quel ronzio

tumblr_nxlz04U8PA1ue9gx0o1_500

forse l’amarti

mi impone di superare la mia possesivita’

di trascurare le mie esigenze

di rimanere  agli antipodi del tuo io

in questo susseguirsi di lunghe attese

mi impone di cercarci senza mai trovarti

mentre dovresti iniziare

a calibrare il senso delle mie assenze

a lottare contro questa indole ribelle

tante particelle pensanti

i “ma e i Pero'” si accavallano nella mente

 

sent-ir…

 

un desiderio che lacera le speranze

che le ingabbia in fili invisibili

dentro questo specchio_monitor

che nel suo variopinto circuito

racchiude l’immagine di due occhietti vispi

di un sorrisetto in “violet”

testimonianza del cambiamento dei lineamenti

tumblr_static_tumblr_static_74o5jtvv6uckw4k80cwc4soc0_640