bluff

 

schiuma inamidata

leviga

nel contrasto 

con l’epidermide abbronzata

rappresaglia di particelle

che dipanano il sonno

ma…

occhietti vispi

vigilanti ancelle

impomatate venature

arruffate immagini

duellano giocondi

sullo scarnito ovale

riflesso in solitario

spalle_al muro

 

sing_hiozzi

 

impercettibile lamento

si sgretola sfacciato tra i risvolti  

incupirsi verdeggiante

posticcia visuale

arrangiamento scarnito di un epopea  

prosciugate le giustificazioni lacrimali

riassetto dialettico insufficiente

rimarca l’esile meccanica strutturale

scozzeseverde

cala il sipario…

im_possibol

 

missione impossibile…

 

risulta dilaniante il monitoraggio del gomitolo

un altalenarsi di strati

brontolio interno intermittente

ronzio di “ma chi me lo fa fare!”

urge registrazione costante delle parole

per calibrare bene la mira

nel qual caso…

partano raffiche di polemizzanti beffe

devo attrezzare il bagaglio distrarre l’avversario

e…

domani si ricomincia

 

 

 

in_trugli

 

ingarbugliato tra mezze verita’

sminuzzati frammenti

risucchi d’appello

pavoneggi paonazzo

tra i resti di una discarica emotiva

sibilline melodie

demarcano la battitura

 

…tra le punteggiature lessicali

osservo l’ovattata

discrepanza del tratto

 

 

allinea_menti

 

esisto

nonostante la velina fuligginosa

che delinea le curve

sguardo selvatico

affievolito da fluido pensante

pragmatismo trilussiano dagli orli arrossati

vaghi da istanti interminabili

mentre la mente rifugge l’assenza

rimetti agli antipodi l´essenza del respirare

 rantolio soffocato dalla vedute abissali

che distanziano il passo

 

 

 

sta_ticità

 

rigetti dalle vellutate sfumature

frastagliano la vivacita’ dei toni

lento fluire di voli

in un amplesso di sinfonie

su piu’ gradazioni linfatiche

veleggiare assente

sospirante galleggio

pesantezza individuale

sospinta al di fuori

nell’assenteismo del battito

rinnego la intrepida esistenza

cosa dipana questo mio malessere….

se non quel febbricitante accentuato sorriso

scorto in un bozzolo

di lucida leggiadria