in_genuità

c’era una volta…

una fanciulla pura e “Bella”

due sorellastre perfide e diaboliche

irrigidite in abiti contenitivi

passi felpati

cadenzati da leggiadri inchini

demarcano la curiosita’ propria

dell’umano genere

il pavimento riflette l’immagine

che piu’ aggrada

trasportata da un nastro immaginario

lo stupore sottolinea la muscolatura

di braccia candelabri

risalta il bianco marmoreo

delle pupille dei bronzei mezzi_busti

che sorreggono le colonnine

dell’unica fonte di calore…

aliti di fumo

annebbiati i contorni

ogni stanza apre il suo sipario

ssssttt_

mai scorgere l’altrui sguardo

prende il sopravvento il dominio

perentorio del proprio status

MOSTRO!

La_bella_e_la_bestia_(film_1946)

evidenziata nella decadenza del bianco_nero

la vanita’ femminile

monili e gingilli

per adornare la superbia

va dove voglio andare…

e poi quella caduta di stile

del volo che corona la nascita dell’amore

e la fine di un’altra esistenza

Annunci

Pubblicato da

piperimenta

un essenza verde,ma allo stesso tempo orgogliosa di essere oscura..tra questi pensieri ridesto il mio io.... o meglio la parte piú "fulminata" della mia personalitá,che adora essere catturata da fogli bianchi e da un obiettivo ottico...bianco_nero il tocco di colore lo da il mio sorriso!

14 pensieri riguardo “in_genuità”

  1. Da incorniciare nel suo ritmo visionario che rende giustizia al piccolo capolavoro…anche se non condivido il giudizio sul finale…ma è solo un dettaglio…bella la scelta di una recensione in versi…e la sottolineatura del gioco di specchi…geniale nel film geniale tu nel sottolinearlo…ottimo!

    Mi piace

      1. può darsi tu abbia ragione devo rivedere la sequenza…sai i finali a volte li impone la produzione…comunque l’interno del castello incantato con i suoi elementi gotici è indimenticabile

        Mi piace

      2. sono rimasta più colpita dalle espressioni,dal contrasto degli occhi…con la pesantezza dell’insieme lasciato ad un affascinante degrado architettonico. Belle manifesta quella fasulla ingenuità femminile,quell’umile apparire che conquista. Enfatizzate troppo alcune parti,ma comunque molto pathos nell’arrangiamento

        Liked by 1 persona

      3. forse perché mi accosto di più alla dolcezza acqua e sapone,alla “povertà” semplice degli ornamenti propri della femminilità. Non mi attirano quei visetti troppo pieni del loro fascino,quella velata aria da innocentine. Ma chiudiamo qui…altrimenti usciamo dal selciato del classico di quell’epoca

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...