pliinnn

gocciola

1186327_218508868312811_1439359145_n

tintinna

rinfresca

lame taglienti rigano il viso

in questa serata di silenzio

dove tutto inizia a prendere forma

in quella danza solo mia

…di ombre

Annunci

puzz_le

accorgersi che nonostante le rispettive

“leggere catene”

proviamo qualcosa di unico l’uno per l’altro

…che siamo quell’unico pezzo di puzzle

Backstage1

Ambivalen_za

biancaneve o strega…

viso pallido

guancette rosee

diciamo che non mi si addicono

che dire poi delle corde vocali

povero principe rischierebbe di cadere da cavallo

imbattendosi in questo lamentoso

melodico ritornello

e poi… i nanetti da giardino

esposizione di fragilita’ ben ponderata

che spesso evocano maldestri movimenti

per disperderne la presenza

con quei loro musetti osservatori di dettagli

curiosamente ficca_naso

scrutano ogni fessura

alla ricerca di qualche stuzzichevole dettaglio

strega…

299639_264196950260002_5006406_n

bhe

il naso c’é’ tutto!

aahhhaaahhh

sulle formule magiche

dovrei lavorarci un pochino su

anche se di intrugli le mie mani

sono abili sperimentatrici

per quanto riguarda lo specchio

…non ho un ottimo rapporto

ora come ora

anzi evidenzia distorte smorfie

diciamo che…

resto io!

….e

finalmente riesco a tirare il fiato…

a rilassare i nervi tesi

questi ingranaggi girano all’ impazzata

sfinendomi

28a95e489f185ef86a95806c64239d8e

non ho piu’ quella elasticita’ mentale

quel brio che riusciva a ricaricarmi

in un batter di ciglio

ora devo rimettere in senso

tutto questo “trambusto”

cercare di tirare le somme

tanto per capire il senso di tutto

questo andirivieni di sfide

tutto dipende da come ti poni

e decisamente sto andando conto_corrente

contro ogni psicologia

“le regole devi infrangerle

ogni tanto e farle tue!”

guarda_mi

specchio specchio della mia camera…

maschera nuda

dimmi che maschera indossare

_potrei azzardare quella dell’ingenua infermierina

che vuole alleviare tutte le tue bue

_o quella della svampita

del voglio solo apparire

che si atteggia in scatti biancosunero

sfoggiando tutto il repertorio di movenze

e biancheria intima

_o quella della fanciulla piú’ acquasapone

date le troppe innaffiature quotidiane

tra canzonette e chat sentimentali

mmm…

potrei indossare quella spensierata

sorridente

alla ricerca di quella ventata di colore che stona

ma che accorda il percorrere giornaliero

….insomma la faccia e’ pur sempre mia

con qualche capello bianco in piu’

con qualche rughetta qua e la’

(manondiciamolotroppoingiro)

una faccina da furbetta

che quando sa di essere padrona della scena

…bhe, li si che da il massimo

li crollano tutte le impalcature

e sono svelatamente_maledettamente sensuale

_Piper pepatina_

sfilaccia_menti

gli amici mi vorrebbero piu’ vicina

e forse anche tu…

17205_158591024304596_918504545_n

ma tornare a casa sarebbe come

rituffarsi nel guscio infantile

e al solo pensiero mi prende un nodo alla gola

non stavo bene tra quei moderni geometrismi blu

eppure ripensandoci bene

quando sono li in un certo senso

mi sento come allora piú’ libera

spensierata e felice

che groviglio…illogico!

mi ritaglio il mio mondo tra testate

e rialzamenti di cresta

sempre meglio della mia odierna condizione

incatenata spesso e volentieri a sorrisi sforzati

non resisto ferma in un posto

divaga la mente

non sono per questa statica scenografia

pensavo di essere ritornata per restare

e sogno gia’ di ripartire…

ho bisogno di un nido

per smettere di trotterellare

….vertigini…

tienimi forte!

blues_notturno

la mente non vuole arrendersi al sonno

si culla tra le lenzuola soppesando il tempo

timeforme

…non vuole riassaporare quell’ immagine ingiallita

di binari che la allontanano dal suo essere

dalla fragilita’ dei papaveri piegati al loro destino

ma fieri nella loro bellezza

…spiccare il volo

definitivamente

mmmm…

resterebbe l’ amaro tra le labbra

prendere consapevolezza dei propri limiti

pur cercando di tenerli a freno

oltrepassando il corpo per arrivare

dove la mente si sente gia’ appagata

una linea sottile che ti fa capire

che basta davvero poco per ritrovarsi