fes_sura

un burattino

che fugge da sé stesso

che si rifiuta di recitare

la sua parte

che corre disperato

in cerca

di una via d’uscita

di una boccata d’aria

di uno scampolo d’identità.

fluire

poter scappare via

solo con una bicicletta!

che voglia di seguirti

sconosciuto

zi_tella

dosaggio grammaticale

dai toni incalzanti

che rimbombi

nella carcassa reticolare

del cellulare

delineando_mi come

una megera

vuoi demarcare le

sfumature del rimmel

in un ghigno grottesco

rintocca sfarzosa

la crudeltà aggettivante

della banalità

un disdegno di demarcature

una stravaganza di contorno

che mi etichetta

come una bisbetica

destinata a…

sostare nella sua

“pochezza di spessore”